Domande utili


Che cos’è la fibra ottica?

La fibra ottica è un materiale dotato di proprietà ottiche particolari come la rifrazione totale interna che permette di trasferire segnali luminosi a grande distanza senza perdita di segnale. Questa proprietà la rende il miglior supporto per realizzare reti internet superveloci.

Cosa vuol dire VDSL?

La VDSL (Very high speed Digital Subscriber Line) rappresenta concettualmente l’evoluzione dell’ADSL classica. La rete di distribuzione viene potenziata e la fibra ottica arriva fino all’armadio ripartilinea (tecnologia FTTC) e la tratta in rame residua si riduce alla sola tratta armadio-abitazione (con conseguente drastica riduzione dei valori di attenuazione e sostanziale riduzione del rumore). Ciò consente di modulare il segnale direttamente dall’armadio su frequenze diverse rispetto a quelle utilizzate nell’ADSL (il cui segnale parte dalla centrale), potendo raggiungere in download e in upload velocità nettamente superiori.

Cosa significa FTTC?

La tecnologia FTTC o FTTS (Fiber to the Cabinet/Fiber to the Street) si configura come una tipologia di infrastruttura di rete, in cui la fibra ottica viene posata fino all’armadio TIM. L’ultima tratta, quella cioè che dall’armadio arriva fino alle abitazioni, resta in rame. Dalla lunghezza della tratta in rame (e cioè dalla distanza tra casa e armadio ripartilinea) dipende la velocità massima che la connessione può raggiungere, secondo i valori di attenuazione, rumore della linea in rame e diafonia.

Che cos’è la diafonia?

La diafonia è banalmente un’interferenza dovuta all’interazione di campi elettromagnetici contigui generati da due o più doppini diversi (i cavi in rame telefonici) che corrono assieme per un tratto più o meno esteso. Essa in altri termini è generata da nuove attivazioni VDSL di vicini di casa e può comportare notevoli cali sulla massima portante agganciata. La diafonia non esiste in FTTH, dal momento che non corre più una corrente sui doppini, ma viene trasportato un segnale luminoso.

Che cos’è la FTTH?

Letteralmente Fiber To The Home, la FTTH rappresenta il miglior tipo di infrastruttura di telecomunicazione attualmente esistente, dal momento che la fibra raggiunge direttamente l’abitazione o l’appartamento, senza interposizione di alcuna tratta in rame. Dati i maggiori costi di stesura, tuttavia, è disponibile solamente in poche città come Milano, Torino e Bari. Essa rappresenta lo standard del futuro ed è prevista la copertura delle prime 100 città italiane entro il 2018.

Che cos’è una centrale?

La centrale rappresenta uno dei punti di distribuzione più importanti della rete TIM. Generalmente presenti in numero di una o più per ogni città o grossa frazione, raccolgono gli apparati in grado di erogare fonia tradizionale, ADSL e VDSL. Di solito sono collegate tra loro mediante una rete in fibra ottica o giganteschi ponti radio.

Cosa significa che una centrale è pianificata?

FibraClick contrassegna come pianificate le centrali TIM per le quali sono previsti interventi di adeguamento al fine di consentire l’accesso alle Reti di Nuova Generazione (NGAN).

Che vuol dire che una centrale è attiva?

Significa che i lavori di potenziamento della centrale sono completati e, o sono già disponibili connessioni in fibra ottica con tecnologia FTTC nell’area da essa servita, o lo saranno a breve man mano che gli armadi verranno coperti.

Cos’è un armadio?

Conosciuto anche col nome di cabinet (CAB), l’armadio ripartilinea (ARL) è un elemento della rete TIM, all’interno del quale arrivano multicoppie in rame o fibra ottica (a seguito dei lavori di potenziamento dell’infrastruttura) e da cui si dipartono le coppie in rame (i cosiddetti doppini telefonici) che raggiungono le abitazioni.

Dove posso capire a quale armadio sono collegato?

Di solito l’armadio a cui si è collegati è quello più vicino alla propria abitazione (“Clicca qui per scoprire come identificare l’armadio”). Sebbene il metodo migliore per scoprirlo sia quello di chiedere direttamente ad un tecnico TIM, un buon surrogato può essere quello di cercare la chiostrina condominiale o stradale di riferimento, la quale riporta solitamente il numero dell’armadio da cui si origina. È anche possibile affidarsi a servizi come KQI o Planetel per trovare il proprio armadio partendo dall'indirizzo.

È possibile scoprire a quale armadio si è collegati tramite FibraClick, o eseguire la ricerca per indirizzo?

No, non è possibile, in quanto non abbiamo accesso al database con la posizione fisica degli armadi, che è riservato agli operatori telefonici.

Che significa che il mio armadio è pianificato?

Un armadio risulta essere pianificato qualora TIM decida di effettuare i lavori di potenziamento della rete e farvi arrivare la fibra ottica. Solitamente nel giro di poche settimane/mesi dalla pianificazione vengono effettuati degli scavi, installati una palina o dei box appositi contenenti un contatore Enel e una stazione di energia e un sopralzo contenente un ONU (Optic Network Unit) sopra o a fianco dell’armadio TIM.

Che significa che il mio armadio è attivo?

Dopo l’installazione della palina/box contenenti il contatore Enel e la stazione di energia e il sopralzo contenente un ONU sopra l’armadio TIM, viene effettuato un collaudo dell’infrastruttura che dura circa un mese. Qualora non vengano riscontrati problemi di tipo particolare, l’armadio viene attivato e viene aperta la vendibilità per la VDSL.

Non riesco a trovare la mia centrale/il mio armadio in FibraClick. Come mai?

I dati da cui attinge FibraClick sono quelli rilasciati da TIM e il database viene popolato man mano che nuove centrali/nuovi armadi vengono pianificati. Se non compaiono ancora in FibraClick, significa che non sono ancora stati pianificati.

Che significa il pallino accanto al numero dell'armadio?

Il pallino accanto al numero di un armadio sta ad indicare che, rispetto all'aggiornamento precedente dei dati (solitamente la settimana precedente), c'è stata una variazione dello stato dell'armadio. Ciò può significare che: l'armadio è una nuova pianificazione; l'armadio è stato attivato; la pianificazione è stata sospesa o rimandata; l'armadio è saturo. Cliccando sulla riga di un armadio verranno fornite informazioni aggiuntive sulla variazione.

Cosa significa 100M?

è la velocità massima - espressa in Megabit per secondo (Mbps) - attualmente supportata in FTTC da TIM. La propria velocità di connessione può essere analizzata mediante specifici strumenti, tra cui il sito Speedtest.net.

Cosa significano le nuove sigle nella colonna Velocità?

- 100M: disponibile solo il profilo 100/20M
- 200M: disponibile anche il profilo 200/20M
- Upgrade 200M: prevista l'aggiunta del supporto al profilo 200/20M dopo almeno 30 giorni
- Mancato upgrade: disponibile solo il profilo 100/20M per impossibilità di passare a 200M

Perché alcune zone della mia città risultano pianificate o attive per l'Upgrade alla 200M e il mio armadio ancora no?

TIM segue una propria roadmap per l'aumento di velocità. È suo interesse coprire tutta Italia nel più breve tempo possibile, ma lavori di tale entità richiedono tempo e upgrade graduali.

È normale che con una 100M scarichi in realtà soltanto a 12MB/s?

Sì, cambia l’unità di misura, ma la velocità è la stessa: 8 Mbps (Megabit/s) = 1 MB/s (Megabyte/s). La 100M in realtà è una connessione a 100Mbps: questo significa che con 100Mbps in download e 20Mbps in upload l’utente può scaricare a 12.5MB/s e caricare file a 2.5MB/s in condizioni ottimali.

Ho sentito parlare di rete rigida. Che cos’è?

La rete rigida rappresenta un particolare tipo di infrastruttura in cui le abitazioni, particolarmente vicine alla centrale TIM di appartenenza, sono collegate direttamente ad essa senza l’interposizione di armadi ripartilinea. Sia in ADSL che in VDSL ciò rappresenta un problema, in quanto non permette di raggiungere le stesse velocità di chi è attestato su rete elastica.

Che cosa significa rete elastica?

La rete elastica rappresenta una tipologia di rete, nella quale le abitazioni sono collegate alla centrale TIM di riferimento attraverso l’interposizione di armadi ripartilinea.

I dati di FibraClick sono aggiornati?

Sì, vengono aggiornati solitamente ogni lunedì pochi minuti dopo la pubblicazione dei file da parte di TIM.

Perché non è presente lo stato di pianificazione di Vodafone e Fastweb?

Perché il servizio utilizza dei file Excel che TIM mette a disposizione sul sito Wholesale e aggiorna indicativamente ogni settimana. Non essendo disponibili file di programmazione di altri operatori, non ci è possibile integrarli nel servizio.

Esiste un’app FibraClick?

No, non esistono app FibraClick per smartphone, tablet o PC. Sui dispositivi mobili è possibile comunque aggiungere alla Home la web app di FibraClick.

Cookie policy

Puoi leggere la nostra cookie policy a questo indirizzo.

Copyright

Le informazioni visualizzate sono estratte dal database TIM Wholesale e vengono presentate a scopo divulgativo e senza fini di lucro.
Non ti piace? Faccelo sapere.