La rete pubblica #BUL è una rete in fibra ottica realizzata da Open Fiber per conto di Infratel (società che fa capo al MiSE) nell’ambito del piano BUL aree bianche. Ha l’obiettivo di coprire in fibra ottica (FTTH) tra il 20 e il 25% della popolazione italiana.

Per verificare se si è coinvolti dal piano, il metodo più affidabile è utilizzare la mappa del sito BUL, che mostra un pallino nero sulla propria abitazione nel caso di copertura in fibra ottica. (I tracciati e i pallini sono mostrati soltanto in presenza di progetto esecutivo approvato.)

È in ogni caso utile imparare a riconoscere gli elementi chiave della rete BUL nelle aree bianche, la cui estensione raggiungerà gli 80mila chilometri di fibra ottica in più di 7000 comuni.1

Pozzetti #BUL

Nelle aree coperte in FTTH, questi pozzetti sono di due dimensioni e sono posizionati a una distanza massima di 40 metri dalle abitazioni coperte (per la precisione, dal confine della proprietà privata).234 Contengono il ROE e sono l’equivalente di un PTA (Punto di Terminazione Arretrato). Questi pozzetti sono il punto da cui partono le fibre ottiche per connettere le abitazioni, posate in fase di allaccio.

Pozzetto 76 x 40 cm, per coprire 24 UI (unità immobiliari).
Pozzetto 125 x 80 cm, per coprire 48 UI.
Pozzetto 76 x 40 cm aperto. Si vede il ROE per coprire 24 UI.

ROE su edifici e pali

Nelle zone ad alta densità di unità immobiliari i ROE (Ripartitori Ottici di Edificio) possono essere installati anche su pali o su pareti degli edifici. Possono essere anonimi oppure avere un’etichetta con scritto #BUL o Infratel. Sono l’equivalente di un PTE (Punto di Terminazione di Edificio).

ROE BUL su palo. Grazie a @Stregone84 per la foto.
ROE BUL su palo. Grazie a @TrtRndS per la foto.
ROE BUL su palo. Grazie a @TrtRndS per la foto.

ROE su strada

In alcuni casi i ROE sono posizionati ai lati delle strade all’interno di elementi di rete che assomigliano alle chiostrine TIM, ma di colore blu e con l’etichetta #BUL.

ROE BUL su strada. Grazie a Leonardo F. per la foto.

CNO

I CNO (Centri Nodali Ottici) rappresentano il punto di splitting della rete passiva GPON (FTTH). A ciascun CNO fanno capo fino a 256 unità immobiliari4, e ne sono quindi presenti alcuni per ogni comune, a seconda della copertura prevista.

Vedi anche Cos’è e come funziona GPON per un approfondimento.
Un CNO BUL nel comune di Ayas (AO). Grazie a Pierre02 per la foto.
CNO BUL con etichetta Invitalia (azienda pubblica a cui fa capo Infratel Italia, proprietaria della rete). Grazie a @Hadx per la foto.
Un CNO BUL nel comune di Volano (TN). Grazie a Federico N. per la foto.
Interno di un CNO BUL.

PCN (centrali)

I PCN (Punti di Consegna Neutri) sono le centrali a cui fanno capo le fibre ottiche che collegano gli altri elementi della rete per una determinata zona (antenne FWA incluse). Un PCN spesso copre più comuni, e può connettere anche decine di migliaia di unità immobiliari.356

I PCN contengono gli apparati attivi che costituiscono il confine tra la rete di accesso e la rete di trasporto. Gli operatori possono richiedere l’installazione dei propri OLT (terminazioni ottiche) all’interno del PCN.

Vedi anche Cos’è e come funziona GPON per un approfondimento.

Esistono diversi modelli di PCN, che si distinguono in base alla dimensione dello shelter e di conseguenza al numero di abitazioni che possono connettere. Nello specifico, i modelli pubblicamente noti sono:

  • PCN SH30: il più comune, è lungo 3,3 m e ha una superficie interna di 7 mq. Connette al massimo 14mila UI;7
  • PCN SH65: lungo 6,5 m, ha una superficie interna di 14 mq e connette al massimo 32mila UI;8
  • PCN CAB24: composto da 4 armadi da 0,80 m di lato ciascuno, connette al massimo 3mila UI.9
  • PCN CAB16: composto da 2 armadi, connette al massimo 1000 UI.10
PCN SH65 nel comune di Sant’Angelo a Cupolo (BN). Grazie al sindaco Fabrizio d’Orta per la foto.
PCN SH30 nel comune di San Michele di Ganzaria (CT). Grazie a Giuseppe Loris D. per la foto.
PCN CAB24 nel comune di Salcito (CB). Grazie a Fiorenzo L. per la foto.
PCN definitivo in formato armadio/cab, per coprire poche centinaia di UI. Grazie a @Hadx per la foto.

Mini PCN

Per velocizzare la vendibilità della rete FTTH o FWA in un comune, Open Fiber utilizza da metà 2020 dei PCN temporanei di dimensione ridotta, chiamati “mini PCN”, in attesa della costruzione del PCN definitivo.11 In alcuni casi i mini PCN restano però definitivi.12

Internamente, i mini PCN includono la gestione della parte elettrica e dell’aerazione, la telegestione su rete LTE, gli apparati DWDM per la rete di trasporto, almeno un mini OLT da 16 porte (max 256 linee), i cassetti ottici per collegare le fibre ottiche dei CNO, delle BTS FWA e dei “nodi operatore”, e lo spazio per le batterie.13

C’è anche spazio per ampliamenti, ad esempio OLT aggiuntivi sia di Open Fiber che di altri operatori.

Mini PCN realizzato da Cometi di Castelbelforte (MN). Grazie a Davide B. per la foto.
Mini PCN di tipo CAB 8, probabilmente definitivo, a Calimera (LE). Grazie a @secret105 per la foto.
Mini PCN di tipo CAB 8 a Romanengo (CR). Grazie a @SkyNut per la foto.
Mini PCN “tradizionale”. Grazie a @TrtRndS per la foto.
Mini PCN (davanti) e PCN definitivo in costruzione (dietro) a Cellatica (BS). Grazie a @Abbagiub per la foto.

  1. https://bandaultralarga.italia.it/wp-content/uploads/2020/07/Linee-guida-piano-di-azione-a-supporto-delle-realizzazioni-BUL-CD-8-sent.cleaned-1.pdf ↩︎

  2. https://forum.fibra.click/d/1439-incontro-openfiber-volano-tn ↩︎

  3. http://www.regione.marche.it/Portals/0/Agenda_Digitale/Piano_BUL/TaskForceBUL/2019%2007%2001%20Regione%20%20Marche%20Task%20Force%20Infratel.pdf ↩︎

  4. https://bussola.s3.eu-west-1.amazonaws.com/244172/Progetto%20Bul.ppt ↩︎

  5. https://www.to.camcom.it/sites/default/files/pid/Martucci_OpenFiber_Presentazione_Torino_20181120.pdf ↩︎

  6. https://www.provinceditalia.it/wp-content/uploads/docs/contenuti/2018/05/OpenFiber_UPI.pdf ↩︎

  7. https://fabriano.trasparenza-valutazione-merito.it/ca/web/trasparenza/papca-ap?p_p_id=jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet&p_p_lifecycle=2&p_p_state=pop_up&p_p_mode=view&p_p_resource_id=downloadAllegato&p_p_cacheability=cacheLevelPage&controlPanelCategory=portlet_jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet&_jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet_downloadSigned=true&_jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet_id=3342850&_jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet_action=mostraDettaglio&_jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet_fromAction=recuperaDettaglio ↩︎

  8. https://www.comune.madignano.cr.it/public/atti/allegato_327.pdf ↩︎

  9. https://www.comune.gorgoglione.mt.it/cms/uploads/2018/07/3292018.pdf ↩︎

  10. https://www.comuneweb.it/egov/Lampedusa/ammTrasparente/Provvedimenti/Provvedimenti_organi_indirizzo_politico/dettaglio/allegato.2010.2020.0.pdf ↩︎

  11. https://bandaultralarga.italia.it/wp-content/uploads/2020/07/Linee-guida-piano-di-azione-a-supporto-delle-realizzazioni-BUL-CD-8-sent.cleaned-1.pdf ↩︎

  12. https://forum.fibra.click/d/131-rete-bul-infratel-in-provincia-di-trento/842 ↩︎

  13. Fonti di FibraClick ↩︎